Cultura medica

La tendinite da mouse: parola agli esperti di Top Physio.

La tendinite da mouse: parola agli esperti di Top Physio.

Le strutture Top Physio Fleming e Top Physio EUR sono convenzionate con Cassa Galeno. Riceviamo e pubblichiamo questi contributi con l’obiettivo di fare luce su alcune problematiche molto diffuse.Top Physio logo

 

 

 

Una sindrome connessa all’uso delle nuove tecnologie. Il Dott. Massimo Massarella: “Se la patologia viene trascurata degenera in una tenosinovite stenosante o Morbo di De Quervain”

Con il diffondersi di Internet e delle nuove tecnologie di comunicazione, il mouse si è ritagliato uno spazio importante nella nostra vita quotidiana. L’utilizzo eccessivo dello strumento può indurre a patologia tecnologica: la tendinite da mouse.

Quest’ultima comporta una grave infiammazione del pollice e non ha nulla a che vedere con la sindrome del tunnel carpale (nervo del polso compresso da un legamento, ndr). Tra i soggetti più esposti annoveriamo coloro che per motivi professionali utilizzano il computer con grande intensità e frequenza: grafici, disegnatori e programmatori. Cause, sintomi e terapie. Con il contributo del Dott. Massimo Massarella, Medico Chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia.

Dott. Massarella, che cos’è la tendinite da mouse?

“Un’infiammazione che interessa alcuni tendini del pollice, collegata all’uso frequente dello strumento. La tendinite da mouse è una sindrome da sovraccarico del tendine ad duttore lungo del pollice e del tendine breve estensore, dettata da particolari movimenti”.

Nello specifico, quali movimenti determinano l’insorgenza della patologia?

“Ovviamente, per spostare il cursore sul videoterminale è necessario compiere dei movimenti con il mouse. La pressione esercitata dal braccio e dalla mano sullo strumento di lavoro, il primo dito in abduzione,  portano all’infiammazione dei suddetti tendini”.

Quali sono i sintomi più evidenti?

“Possiamo riscontrare dolore e difficoltà di movimento del polso e del pollice”.

I malati aumentano in maniera esponenziale. Quali consigli si sente di dispensare?

“Non bisogna trascurare sintomi e campanelli d’allarme: se la patologia viene trascurata degenera con particolare danno a carico dei tendini. Alcune volte si associa anche una sofferenza del nervo mediano con presenza di formicolii alla mano, prime tre dita e diminuzione della loro sensibilità”.

In questi casi che genere di trattamento si privilegia?

“La terapia prevede l’uso di un opportuno tutore che mette il pollice a riposo (rizosplit), antinfiammatori ed  antidolorifici locali, terapia fisica, tecar-terapia eionoforesi. Nei casi più acuti, potrebbe rendersi necessario il trattamento chirurgico”.

 

TOP PHYSIO NETWORK

Fleming-Balduina-Parioli-Eur-Domiciliare

Tel. 06.3630 2334

www.topphysio.it

Massimiliano Massarella TP

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione anche di terze parti, per migliorare e personalizzare la navigazione, i contenuti ed i messaggi pubblicitari dell'utente e fornire le funzioni dei social media. Se vuoi leggere l'informativa completa sui cookie o disabilitarli clicca QUI leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Cliccando sul pulsante ACCETTO I COOKIE o proseguendo la navigazione presti il consenso all'utilizzo dei cookie